Parliamo della Creazione – La Terra

Oggi voglio riflettere su una parte del Creato, la Terra.

Tutto fa parte del Creato e noi, come la Terra, le piante e gli animali siamo parte di essa, della Creazione.
Siamo la Creatura di Dio.

Dal libro Levitico, Capitolo 25 1:7

Il Signore disse ancora a Mosè sul monte Sinai: «Parla agli Israeliti e riferisci loro: Quando entrerete nel paese che io vi dò, la terra dovrà avere il suo sabato consacrato al Signore. Per sei anni seminerai il tuo campo e poterai la tua vigna e ne raccoglierai i frutti; ma il settimo anno sarà come sabato, un riposo assoluto per la terra, un sabato in onore del Signore; non seminerai il tuo campo e non poterai la tua vigna. Non mieterai quello che nascerà spontaneamente dal seme caduto nella tua mietitura precedente e non vendemmierai l’uva della vigna che non avrai potata; sarà un anno di completo riposo per la terra. Ciò che la terra produrrà durante il suo riposo servirà di nutrimento a te, al tuo schiavo, alla tua schiava, al tuo bracciante e al forestiero che è presso di te; anche al tuo bestiame e agli animali che sono nel tuo paese servirà di nutrimento quanto essa produrrà.

Il Signore ha dato precise indicazioni sul comportamento che gli Ebrei dovevano avere riguardo alla Terra che gli aveva dato.
Erano semplici indicazioni che ogni uomo avrebbe dovuto rispettare.

Io ovviamente non sono né uno scienziato né un botanico né nient’altro, sono solo una persona molto curiosa e tanto ignorante e mi chiedo, guardando tutto ciò che l’uomo ha creato, costruito e inventato, se davvero il nostro orgoglio, la nostra convinzione a voler essere gli dèi del mondo, il nostro voler dimostrare di essere capaci in tutto, non ci stia portando pian piano alla nostra stessa rovina.

Questo argomento ovviamente può e deve essere preso in considerazione anche senza alcun Credo, senza alcuna Fede, ma solo con un po’ di buonsenso.

L’uomo, come essere umano, ha sempre cercato di voler dimostrare (a se stesso ma quasi sempre a quel Dio al quale rinuncia di abbassarsi) la propria indipendenza e capacità di poter discernere il bene dal male e il giusto dall’errato. Personalmente però credo che sia solo tutta vanità, un correre dietro al vento (cit. Ecclesiaste).

A me piace pensare molto e riflettere, come ho detto sopra sono tanto ignorante quanto curioso e grazie alla Parola di Dio e all’ispirazione del Signore ho molto punti su cui riflettere e ricercare la Verità.

Mentre egli parlava così, molti credettero in lui. Gesù allora disse a quei Giudei che avevano creduto in lui: «Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi»

Giovanni 8 30:32 (grassetto e corsivo inserito per enfatizzare)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.